Cos’è il torcicollo

By 24 Novembre 2020Articoli, news
Torcicollo

Il torcicollo consiste in un’inclinazione della testa sul collo, è una condizione che causa dolore nel tratto del collo e della cervicale, limitandone la possibilità di movimento. Il dolore causato dal torcicollo esordisce in maniera improvvisa ed è acuto e intenso a tal punto da interferire con le attività quotidiane: un individuo che ne soffre può avere difficoltà anche nel semplice movimento di rotazione della testa.

In realtà, però, il torcicollo è un disturbo piuttosto frequente che può essere causato da diversi fattori.

In alcuni casi, il dolore può diramarsi fino alle spalle o alle braccia e risultare, quindi, davvero molto invalidante.

Nella maggior parte dei casi, questa condizione tende a risolversi in alcuni giorni senza la necessità di un trattamento, ma non per questo va sottovalutata poiché all’origine del torcicollo possono esserci le cause più disparate.

 

Sintomi

Un paziente che soffre di torcicollo presenta una sintomatologia ben precisa, caratterizzata da una condizione dolorosa che si manifesta con l’impossibilità di ruotare, flettere o allungare il collo. L’intensità del dolore, che può essere più o meno acuto, varia a seconda della gravità del disturbo.

Al dolore nell’area del collo, si possono aggiungere altri sintomi tipici del torcicollo, come:

  • La presenza dei muscoli del collo gonfi;
  • Rigidità in tutta l’area che comprende spalle, collo e cervicale;
  • Condizione dolorosa che si propaga fino a spalle e braccia (brachialgia).

 

In casi più gravi, spesso contrassegnati da un dolore ancora più intenso, possono insorgere anche:

  • Mal di testa;
  • Vomito.

 

Cause: eziologia

All’origine del torcicollo possono esserci le cause più svariate, alcune più comuni di altre. Prima fra tutte l’assunzione prolungata di una posizione scorretta mentre si studia o si lavora, ma anche mentre si guida o durante il riposo notturno.

Ancora, altre cause frequenti alla base del torcicollo possono essere:

  • Uno sbalzo di temperatura;
  • Un movimento brusco del collo;
  • Eccessiva stanchezza muscolare;
  • Una particolare condizione di stress o di ansia.

Quando il torcicollo si presenta per una di queste cause dovrebbe sparire nel giro di pochi giorni con qualche accorgimento, mediante una terapia farmacologica oppure con una terapia manuale eseguita da uno specialista del settore.

 

Se il disturbo persiste, invece, il discorso può diventare un po’ più complesso. In questo caso, infatti, il torcicollo potrebbe essere indice di un preesistente problema alla colonna cervicale, tra i quali:

 

Inoltre, il torcicollo può essere congenito, ovvero essere dovuto a malattie malformative che si sono sviluppate durante la vita intrauterina. Il torcicollo congenito si distingue in miogeno ed osteogeno.

  • Torcicollo congenito miogeno: i pazienti in questo caso presentano un’inclinazione laterale della testa insieme ad una rotazione del viso dal lato opposto;
  • Torcicollo congenito osteogeno: è dovuto a delle anomalie morfologiche della colonna vertebrale.

 

Diagnosi

Per eseguire una diagnosi di torcicollo il medico può decidere se avvalersi semplicemente del racconto del paziente, il quale gli spiegherà i dolori provati e la propria storia clinica, oppure se sia il caso di effettuare degli accertamenti radiografici.

 

Può capitare che, a causa della sua invasività, la radiografia non venga ritenuta necessaria se il torcicollo dura solo pochi giorni. È certamente diverso, invece, quando il dolore persiste oltre le 4-6 settimane dalla comparsa dei primi sintomi. Infatti, in questo caso, l’origine del dolore potrebbe andare ben oltre un semplice colpo di freddo o l’assunzione di una posizione scorretta e quindi ulteriori accertamenti sono considerati necessari.

Contattaci per maggiori informazioni

 

Trattamento

Trattamento del torcicollo

Il trattamento più adatto per il torcicollo varia in base a quale sia la causa scatenante e sarà il medico a decidere quale sia il più opportuno dopo aver effettuato la diagnosi. In alcuni casi si considera necessaria una terapia farmacologica, altre volte possono bastare alcuni accorgimenti, senza la necessità di ricorrere ai farmaci, o ancora è possibile che si debba ricorrere alla terapia manuale, la quale permette ai pazienti il recupero delle funzioni in seguito ad eventi traumatici.

 

I rimedi non farmacologici possono essere di diversi tipi e nei casi in cui il dolore non sia eccessivamente intenso si rivelano molto efficaci.

Vediamone alcuni:

  • Terapia del caldo: se il torcicollo dipende da una contrattura, un impacco caldo sul punto dolente può aiutare a provare sollievo;
  • Terapia del freddo: quando il dolore causato dal torcicollo deriva da un’infiammazione, applicare del ghiaccio sul punto dolente può far affievolire il dolore;
  • Eseguire degli esercizi per il dolore cervicale: sciogliere le tensioni muovendo il collo con degli esercizi appropriati può essere un vero e proprio toccasana;
  • Evitare il riposo eccessivo: come anticipato, è appropriato svolgere degli esercizi per sciogliere il dolore, quindi va da sé che troppo riposo non allevierà il torcicollo, anzi… favorisce la rigidità dei muscoli e quindi va evitato;
  • Correggere le posture scorrette: spesso il torcicollo dipende proprio dall’abitudine di assumere posture errate durante alcune attività quotidiane, come il lavoro. Correggerle aiuterà a non incorrere in questo fastidio.
  • Rilassarsi: ansia, stress e pensieri eccessivi favoriscono le tensioni che vengono scaricate sull’area del collo.

 

Per quanto riguarda, invece, i rimedi farmacologici, quelli più utilizzati ed efficaci per il torcicollo sono gli antinfiammatori e gli antidolorifici (o analgesici).

 

Nei casi in cui, invece, si ritiene opportuno ricorrere alla terapia manuale è bene affidarsi ad un medico specialista che possa eseguire il trattamento.

 

Prevenzione

Il torcicollo, pur non essendo una vera e propria patologia, comporta ugualmente un dolore molto invadente e fastidioso. Quindi è bene sapere cosa è possibile fare per prevenire la sua comparsa.

 

  • Dormire in posizione corretta: la giusta postura è fondamentale per prevenire il torcicollo. È preferibile non dormire a pancia sotto, ma piuttosto addormentarsi di fianco per evitare l’insorgenza del torcicollo;
  • Evitare gli sbalzi di temperatura e i movimenti bruschi del collo: l’esposizione al freddo e i movimenti violenti sono tra le cause più comuni alla base del torcicollo per cui evitarli può essere molto efficace per prevenire questo disturbo;
  • Eseguire esercizi ed attività sportiva: mantenersi in allenamento e sciogliere i muscoli è un ottimo metodo di prevenzione per il torcicollo.

 

Quali competenze sono necessarie per curarlo

Le competenze necessarie per curare il torcicollo dipendono dall’origine di questo fastidio. Come già visto, infatti, le cause possono essere molto diverse tra loro. È bene, in ogni caso, che lo specialista abbia delle ottime competenze fisioterapiche e una perfetta conoscenza dell’anatomia umana.

Rivolgiti al nostro esperto

 

Quando il torcicollo richiede un trattamento, infatti, spesso ci si rivolge ad un fisioterapista, il quale, con una terapia manuale e tramite degli adeguati esercizi può curare il disturbo e migliorare la qualità della vita del paziente.

 

Dove trovare un centro d’eccellenza a Roma

Trattamento del torcicollo

FisiomediCal è un centro fisioterapico d’eccellenza che mette a disposizione dei pazienti le competenze di un’équipe medica formata da specialisti del settore insieme alle migliori tecnologie attualmente sul mercato, ottenendo ottimi risultati in tempi brevi.

Tutto ciò fa dello Studio FisiomediCal uno dei migliori punti di riferimento in questo ambito.

Si trova nel Quartiere Flaminio, a Roma Nord, in via Andrea Sacchi, 35.

Per fissare una visita o avere maggiori informazioni sui servizi, i trattamenti e le convenzioni, chiamare il numero 06 32651337 o visitare la pagina dei contatti.

Leave a Reply