Cos’è la sindrome di De Quervain

By 8 Novembre 2019Articoli
sindrome di De Quervain roma

La sindrome di De Quervain è un’infiammazione dei tendini del pollice. La patologia colpisce la sinovia restringendola e provocando, di conseguenza, un dolore acuto.  A causa dell’infiammazione si verifica l’aumento del volume digitale che crea una reazione dolorosa al passaggio del tendine sulla zona stiloidea del radio.

Il dolore che il paziente percepisce, quando è affetto da tale patologia, è molto intenso e localizzato nella zona del polso. Il dolore parte alla radice del pollice quando si svolgono movimenti di presa, rendendo difficili le attività quotidiane.

Spesso, questo tipo di patologia deriva da una serie di microtraumi ripetuti, come alcuni tipi di lavoro che richiedono il continuo sforzo da parte del polso ed il pollice, ne sono un esempio il mestiere del musicista o della sarta.

Scopri la promozione di questo mese

Quali sono i sintomi?

I sintomi della sindrome di De Quervain si verificano nel paziente in modo progressivo. Essi sono:

  • Dolore acuto nella parte esterna del polso che si estende fino alla base del pollice. Tale dolore si accentua quando il dito viene utilizzato per afferrare qualcosa;
  • L’inspessimento che colpisce la sinovia crea un rigonfiamento;
  • Se la patologia non viene curata il dolore e l’infiammazione si diffondono fino ad arrivare all’avambraccio.

La patologia di De Quervain non guarisce mai da sola e spesso tende a diventare cronica.

Quali sono le cause?

Le cause che possono determinare la comparsa della sindrome di De Quervain sono molteplici:

  • Le attività ripetute nel tempo, un esempio possono essere alcuni tipi di mestieri come quello della sarta, il musicista, ecc.
  • La predisposizione genetica;
  • Le malattie reumatiche, ad esempio artrite o osteoporosi;
  • Sforzi improvvisi a carico della mano.

Questa patologia può insorgere anche nelle neomamme che spesso si ritrovano a dover tenere in braccio il bambino per molto tempo.

Diagnosi

Il paziente per poter avere una diagnosi certa della patologia di De Quervain deve recarsi da un medico specialista e sottoporsi ad una visita ortopedica.

L’area interessata dalla sindrome risulta gonfia e dolorante se si esercita della pressione.

Il medico condurrà un test di movimento, chiamato Finkelstein. Tramite questo esame il medico può comprendere la gravità della patologia e l’intensità del dolore. Il test consiste nel serrare le dita intorno al pollice e successivamente piegare il polso verso il mignolo.

Se il paziente è affetto dalla sindrome di De Quervain, accuserà un dolore intenso nel muovere il pollice. Questo stato dolorante si accentua notevolmente quando si flette il polso.

A seguito di questo test condotto dal medico ortopedico, per comprendere con precisione l’intensità dell’infiammazione dei tendini e lo stato delle pareti della guaina sinoviale, il paziente verrà sottoposto ad un’ecografia.

Cura

Quando un paziente è affetto dalla sindrome di De Quevain, in base alla gravità dell’infiammazione, il medico potrà attuare due cure. Si può procedere attraverso un trattamento conservativo o un intervento chirurgico.

Trattamento conservativo

Quando la sindrome di De Quevain si trova ad uno stadio iniziale, la patologia può essere curata mediante un trattamento conservativo. È fondamentale in questo caso tenere a riposo il polso e la mano per mezzo di un tutore o bendaggio funzionale. L’arto deve restare immobilizzato per almeno due settimane in modo continuativo, successivamente, il bendaggio dovrà essere applicato solo la notte per un periodo che varia dalle sei alle otto settimane. Durante questo periodo, nonostante il paziente indossi il tutore, è meglio evitare qualsiasi tipo di sforzo a carico dell’arto.

Il soggetto affetto dalla sindrome di De Quevain, per non intervenire in modo chirurgico e porre rimedio alla patologia mediante trattamento conservativo, può sottoporsi a delle terapie fisiche o manuali tra cui:

È possibile intervenire tramite l’assunzione di farmaci antinfiammatori. Per la riduzione del dolore, invece, è basta applicare degli impacchi di ghiaccio nella zona interessata.

Infine, se necessario il medico può anche ricorrere a delle infiltrazioni di corticosteroidei.

Se, nonostante i trattamenti conservativi, il dolore e l’infiammazione non si riducono, allora si dovrà procedere ad un intervento chirurgico.

Trattamento chirurgico

Dopo un primo tentativo di riduzione della sindrome mediante i trattamenti conservativi, se questi non hanno apportato nessun miglioramento al paziente, il medico potrà procedere con un intervento chirurgico. Il trattamento chirurgico prevede la liberazione dei tendini e la durata è di circa 10 minuti. Il medico procede tramite un’anestesia locale e viene svolto in Day Hospital. Successivamente, viene applicata una medicazione alla mano che deve essere tenuta tra i 7 ed i 10 giorni.

Dopo l’intervento il paziente può utilizzare sin da subito la mano, inoltre è consigliata l’esecuzione di alcuni esercizi di fisioterapia in modo da favorire la guarigione dei tendini infiammati.

L’intervento chirurgico è risolutivo, quindi difficilmente la sindrome tende a ripresentarsi.

È molto importante curare la sindrome di De Quervain perché se trascurata può evolversi fino a diventare rizoartrosi, ossia una forma di artrosi che intacca la base del pollice.

Scopri la promozione di questo mese

Dove trovare un centro d’eccellenza per la sindrome di De Quervain a Roma?

Non sottovalutare i dolori alla mano o al polso che non ti permettono di svolgere le normali attività quotidiane e richiedi quanto prima una visita specialistica da un medico ortopedico.

Da Studio Fisiomedical puoi trovare medici ortopedici preparati e pronti a seguirti dalla prima visita alla fase post operatoria.

Se nella fase successiva all’intervento chirurgico necessiti anche di essere seguito da un fisioterapista, da Studio Fisiomedical potrai usufruire anche di questo servizio, infatti, nel nostro centro medici e fisioterapisti lavorano a stretto contatto per poter garantire i migliori risultati ed una rapida guarigione ai loro pazienti.

Studio Fisiomedical si trova in zona Flaminio, Via Andrea Sacchi n.35.

Per maggiori informazioni e per prenotare il tuo appuntamento con uno dei nostri medici specialisti puoi chiamare al numero: 0632651337.

 

Leave a Reply