Protesi al Ginocchio: Cos’è

By 20 Gennaio 2021Articoli
Protesi al ginocchio, cosa è

La protesi al ginocchio è un dispositivo metallico utilizzato in caso di usura delle articolazioni del ginocchio, allo scopo di sostituire la parte danneggiata.

Rappresenta una soluzione al dolore e alla limitazione dei movimenti provocati da alcune patologie che interessano le articolazioni.

L’intervento di protesi di ginocchio, spesso è l’unica soluzione per ripristinare la funzionalità dell’articolazione, per questo motivo, da ormai molti anni l’intervento di sostituzione dell’articolazione fra il femore e la tibia è entrato a far parte della routine dei centri specializzati.

 

A cosa serve

La protesi al ginocchio viene impiantata quando l’articolazione, che unisce femore e tibia, si danneggia in modo irrimediabile e, la sua applicazione, serve a ripristinare la mobilità articolare e ad alleviare il dolore.

Questo tipo di intervento è invasivo e richiede una lunga riabilitazione, ma i risultati permettono al paziente di tornare a condurre una vita normale, senza particolari limitazioni.

La scelta del modello più adeguato di protesi da applicare, spetta al chirurgo e si basa soprattutto sull’età e sullo stato di salute del paziente.

 

Com’è fatta

Dispositivi moderni di protesi al ginocchio

Le protesi non sono tutte uguali e differiscono sia nelle dimensioni che nella tipologia.

In base alle dimensioni possono essere distinte le protesi totali e le protesi parziali, anche dette monocompartimentali perché interessano solo una porzione dell’articolazione.

La protesi totale, sostituisce tutta l’articolazione e talvolta può essere persino previsto l’inserimento di una rotula artificiale.

Viene utilizzata in caso di grave danno articolare al ginocchio, quando ad esempio, le estremità di femore e tibia sono cosi danneggiate da dover essere entrambe sostituite da strutture artificiali.

La protesi parziale o monocompartimentale si applica invece quando c’è una sola estremità ossea danneggiata o consumata.

Tuttavia, questa è una circostanza patologica poco frequente in quanto di solito è interessata l’intera struttura dell’articolazione. Proprio per quest’ultimo motivo la protesi parziale è impiantata raramente.

In base alla tipologia si distinguono invece le protesi cementate e quelle non cementate.

Le prime, si basano sull’applicazione di una resina sulla superficie dell’osso mentre le seconde presentano placche e superfici in grado di stimolare la ricrescita ossea, ma prevedono tempi di recupero più lenti.

 

Per che tipo di patologie è indicata

Le patologie più comuni che richiedono l’intervento di protesi al ginocchio sono molteplici:

  • Artrite reumatoide: malattia autoimmune che provoca rigidità, dolore e gonfiore delle articolazioni;
  • Osteoartrosi: artrosi caratterizzata dal consumo, per sfregamento, della cartilagine articolare;
  • Emofilia: continue lesioni sanguinolente, indeboliscono le articolazioni in particolare delle ginocchia e delle caviglie, le quali si irrigidiscono e diventano dolenti.

Esistono ulteriori patologie che possono provocare, seppur con una minore probabilità, un danno progressivo al ginocchio.

Una di queste è la necrosi avascolare, dovuta all’abuso di alcol oppure la gotta, che infiamma le articolazioni a causa dell’accumulo di acido urico.

Infine, anche alcuni disturbi di tipo congenito, come le displasie ossee e le deformità del ginocchio, determinano una disposizione anomala degli elementi ossei articolari, che perdono in modo progressivo, la loro mobilità e integrità.

 

Durata

Protesi al ginocchio, esame di controllo

La durata di una protesi al ginocchio può variare in base alla sua tipologia.

Infatti, una protesi totale dura circa 15-20 anni, mentre la durata di una protesi parziale varia dai 10 ai 15 anni circa.

 

E’ doloroso?

Nei giorni successivi all’intervento di protesi al ginocchio, avvertire dolore è assolutamente normale, tuttavia, attraverso la somministrazione terapie farmacologiche, si cerca di tenerlo sotto controllo e permettere al paziente di muoversi gradualmente.

Nonostante l’avanzamento delle tecnologie in ambito di protesi al ginocchio, alcuni dei pazienti sottoposti a questo tipo di intervento si dichiarano insoddisfatti proprio a causa del dolore post-operatorio.

Il dolore dopo un intervento di protesi al ginocchio può essere determinato da un errato posizionamento della protesi, da un’infezione della protesi, da allergia alle componenti della protesi o problemi riguardanti la rotula.

In alcuni casi, tali sintomi possono essere trattati con una terapia riabilitativa o con un intervento correttivo.

La causa del dolore, i sintomi riferiti dal paziente ed il quadro clinico del ginocchio, sono alcuni dei fattori che possono spingere lo specialista  ad eseguire un intervento di revisione.

Richiedi un check-up

 

A chi rivolgersi

Alcune patologie degenerative causano gravi danni permanenti alle articolazioni del ginocchio, che nella maggior parte dei casi possono essere risolti solo grazie ad un intervento che prevede l’applicazione di una protesi.

Questo tipo di intervento, molto delicato, richiede l’esperienza e la competenza di medici specializzati in Ortopedia e Traumatologia, che sappiano comprendere le cause del danno e massimizzare la ripresa del paziente.

Rivolgiti al nostro esperto

 

Dove trovare un centro d’eccellenza a Roma Prati

Lo Studio FisiomediCal si trova a Roma Nord, in via Andrea Sacchi, 35.

Un centro d’eccellenza, che vanta numerosi professionisti del settore, specializzati in diversi ambiti della medicina.

La loro missione è la cura ed il benessere dei propri pazienti, garantita dalle competenze dell’équipe medica e dall’utilizzo delle migliori tecnologie attualmente disponibili.

Per ulteriori informazioni sui servizi, i trattamenti e le convenzioni, chiamare il numero 06 32651337 o visitare la pagina dei contatti.

Leave a Reply