Cos’è la periartrite alla spalla: definizione

By 23 Luglio 2019Articoli
periartite spalla

La periartrite alla spalla  o spalla congelata, è una patologia cronica che coinvolge  l’articolazione scapolo-omerale. Questa malattia si manifesta con l’infiammazione cronica e l’irrigidimento della capsula articolare.

La periartrite alla spalla è una patologia che si presenta in modo graduale e, spesso, ha un’evoluzione benigna, ossia non grave, però è importante precisare che il processo di guarigione è molto lungo.

Infatti, il percorso che porta il paziente ad una completa ripresa può durare anche qualche mese.
Sintomi

I sintomi riconducibili alla periartrite della spalla si manifestano in modo lento e graduale.

Solitamente il soggetto avverte dolore e un senso di rigidità nell’area della spalla.

Per quanto riguarda il dolore, questo spesso si presenta in modo sordo, cioè tende a peggiorare quando il paziente effettua dei movimenti dell’articolazione a livello scapolo-omerale. Il dolore può essere avvertito anche durante la notte se, il soggetto incosciente, poggia sul letto la spalla già dolorante.

Inoltre, i movimenti dell’articolazione scapolo-omerale sono resi difficili a causa di una mobilità articolare ridotta. Questa condizione spesso ostacola notevolmente lo svolgimento delle attività quotidiane a carico della spalla. Diventa difficile qualsiasi mansione come anche quella più semplice del vestirsi.

Possiamo distinguere tre fasi sintomatologiche quando si è affetti da periartrite alla spalla: fase di congelamento, fase congelata e fase di risoluzione.

Fase di congelamento

La prima fase della periartrite alla spalla è la fase di congelamento. In questa fase il sintomo predominante è il dolore alla spalla, mentre la rigidità dell’articolazione si presenta in modo lieve.

La durata della prima fase di questa patologia può durare dai 6 ai 9 mesi.

Fase congelata

La seconda fase della periartrite alla spalla dura dai 4 ai 12 mesi. Questa fase è identificata come fase congelata. In questo periodo il dolore alla spalla si attenua, però aumenta in modo esponenziale il senso di rigidità articolare. Durante questa fase diventa difficile qualsiasi tipo di movimento a carico degli arti superiori.

Cause della periartrite alla spalla

La periartrite alla spalla si manifesta in conseguenza ad un’infiammazione della capsula articolare scapolo-omerale. La capsula si inspessisce, diventa molto più rigida del normale e mostra segni di retrazione.

Risalire alle cause che possono provocare la comparsa della periartrite alla spalla non è del tutto semplice. Secondo alcuni studi ci sono dei fattori di rischio o malattie che ne possono portarne la comparsa.

Innanzitutto, è importante sottolineare che i soggetti più a rischio e dunque predisposti alla malattia sono gli individui per lo più di sesso femminile e con un’età superiore ai 40.

Questi due fattori, ovviamente non sono gli unici che possano provocare la malattia. Vediamo insieme le possibili altre cause:

  • Il morbo di Parkinson;
  • Le malattie che interessano il cuore;
  • Il tumore al seno con una conseguente mastectomia, ossia l’asportazione chirurgica della mammella;
  • La tubercolosi;
  • Il diabete mellito;
  • Le malattie che intaccano la tiroide, come ad esempio l’ipertiroidismo o ipotiroidismo;
  • Un periodo di immobilità forzata della spalla a seguito di un infortunio a carico della cuffia dei rotatori, dopo una frattura dell’omero, un intervento chirurgico o ad un caso di ictus;
  • Le malattie polmonari;
  • La tubercolosi.

Cura

Oggi per curare la spalla congelata  si possono effettuare dei trattamenti sintomatici, cioè dei trattamenti che possono alleviare il dolore e la rigidità della spalla, senza però curare effettivamente la spalla.

La cura che viene adottata per ogni singolo individuo può variare in base all’intensità dei sintomi riportati dal paziente. Per poter diminuire la sintomatologia dolorosa e di rigidità articolare si potranno scegliere dei trattamenti più o meno invasivi.

Trattamenti poco invasivi

Tra le cure meno invasive per quanto riguarda la periartrite alla spalla abbiamo:

  • FANS: L’assunzione di farmaci antinfiammatori a base di paracetamolo, che riducono il dolore e l’infiammazione;
  • Fisioterapia: per l’allungamento e rinforzo dei muscoli della spalla ed esercizi per migliorare la mobilità dell’articolazione scapolo-omerale. Oltre all’utilizzo della terapia fisica che puo attenuare il dolore e l’infiammazione.

Trattamenti invasivi

Per quanto riguarda i trattamenti invasivi sono presenti:

  • Infiltrazioni: le iniezioni a base di corticosteroidi somministrate direttamente nell’articolazione. Queste infiltrazioni hanno un potente effetto antidolorifico, però bisogna sempre fare attenzione nell’utilizzo di questi corticosteroidi perché a lungo andare potrebbero provocare degli effetti indesiderati;
  • Idro-distensione articolare: si procede con l’anestesia locale dell’articolazione con la successiva infiltrazione di una soluzione fisiologica, che ha come scopo quella di distendere la capsula articolare e di conseguenza la rende meno rigida;
  • Manipolazione: è possibile eseguire una manipolazione alla spalla in anestesia generale. Questo trattamento prevede la mobilizzazione dell’articolazione scapolo-omerale con lo scopo di rilassare i tessuti cicatrizzati presenti nella capsula articolare. Però la buona riuscita di questo trattamento non è del tutto assicurata;
  • Intervento chirurgico: questa, senza dubbio, è la soluzione più invasiva per porre un rimedio alla periartrite alla spalla. L’intervento viene svolto in artroscopia, durante la quale il medico chirurgo rimuove il tessuto cicatriziale presente nella capsula dell’articolazione scapolo-omerale. Quando un soggetto è affetto dalla periartrite alla spalla è raro che venga sottoposto a questo intervento chirurgico, infatti, vi si ricorre solo nei casi estremi in cui i trattamenti sopracitati non apportato nessun beneficio all’arto.

Prevenzione

Per poter prevenire la periartrite alla spalla può risultare di fondamentale importanza agire in modo tempestivo sulle cause che la possono provocare.

Ad esempio, in caso di infortunio con una conseguente immobilità forzata, per prevenire l’effetto della spalla congelata sarà necessario evitare l’eccessiva immobilizzazione.

A chi rivolgersi

Quando si inizia a percepire dolore all’articolazione della spalla o una rigidità che non permette di poter svolgere le quotidiane e normali attività allora è meglio rivolgersi quanto prima ad un medico ortopedico, il quale provvederà ad un’attenta diagnosi.

Diagnosi

È possibile diagnosticare la periartrite alla spalla attraverso un’anamnesi, ossia la storia clinica del paziente, la sintomatologia ed un esame obiettivo.

Quest’ultimo prevede l’esecuzione di alcuni movimenti che, nel caso di presenza della patologia, provocherebbero dolore e difficoltà di movenza. A volte, il medico ortopedico, può decidere di svolgere tale esame attraverso una valutazione della mobilità passiva, cioè sarà il medico stesso a muovere l’articolazione per poterne, successivamente, stabilire il grado di rigidità.

Qualora le suddette analisi di ricerca non dovessero bastare per completare il quadro clinico del paziente in modo esaustivo, allora il medico ortopedico potrà richiedere l’esecuzione di altri esami di imaging, i quali sono:

  • La risonanza magnetica;
  • La radiografia;
  • L’ecografia dei tessuti molli presenti nell’area dell’articolazione.

Centro d’eccellenza a Roma Flaminio nel trattamento della periartrite alla spalla

Se hai dolori persistenti alla spalla e difficoltà nel muovere l’articolazione ti consigliamo di recarti quanto prima presso un centro specializzato.

Studio Fisiomedical è un centro in cui potrai trovare un’equipe di medici ortopedici specializzati e fisioterapisti che collaborano insieme per poter dare ai pazienti i migliori risultati.

Verrai assistito passo dopo passo, dalla prima visita in cui verrà diagnosticato il problema, alla riabilitazione per una piena e totale guarigione.

Studio Fisiomedical si trova in zona Flaminio, Via Andrea Sacchi n.35.

Per maggiori informazioni e per prenotare il tuo appuntamento con uno dei nostri medici ortopedici specialisti puoi chiamare al numero: 0632651337

 

Leave a Reply