Dolore al braccio sinistro: sintomi

By 12 Marzo 2019Articoli
Dolore braccio sinistro

Non bisogna essere necessariamente ipocondriaci per provare preoccupazione per un piccolo dolore al braccio sinistro. Quando fa male questa parte del corpo si accende sempre un campanello d’allarme, specialmente perchè si tratta di un dolore spesso collegato ad una patologia  dell’organo più importante del nostro corpo: il cuore.

Questo non significa che ogni dolore al braccio sinistro, grave e o lieve, sia riconducibile ad un problema cardiaco. I motivi per cui si può provare dolore in questa parte del corpo sono tanti ed è sempre bene imparare a riconoscere i sintomi che li caratterizzano.

Il braccio è un arto composto da molte strutture quali ossa, tendini, muscoli, nervi, vene ed arterie. Ognuna di queste può essere soggetta ad infiammazioni, traumi o patologie di diversa natura, oppure il dolore può avere origine in un’altra parte del corpo e provocare sintomi al braccio.

Ma quali sono i principali sintomi che si avvertono quando si sperimenta un dolore al braccio sinistro?

  • Dolore acuto
  • Formicolio
  • Dolore articolare legato a rigidità
  • Sensazione di bruciore

Le possibili cause

Il tipo di sintomo provato è strettamente legato alle diverse cause che possono provocarlo. Non sempre si tratta di un problema grave o debilitante ma è sempre meglio rivolgersi ad un professionista per capire, tramite esami specifici, la natura del sintomo. Scopriamo quali sono le principali cause che possono portare un dolore al braccio sinistro:

Angina Pectoris

È una malattia che si manifesta tramite la comparsa di un forte dolore al torace e agli arti superiori tra cui il braccio sinistro che può presentare anche formicolio o indolenzimento. Il dolore è localizzato anche sulle spalle, sulla mascella, sul collo e sulla schiena.

La causa dell’Angina Pectoris (più conosciuta come Ischemia) è uno scarso afflusso di sangue al cuore con conseguente mancanza di ossigeno al tessuto cardiaco. Questo episodio è dovuto da un’occultazione parziale delle coronarie che solitamente dura qualche minuto.

Sclerosi multipla

Uno dei sintomi del dolore al braccio può essere riconducibile ad una patologia molto grave del sistema nervoso centrale: la sclerosi multipla. Questa malattia è cronica ed autoimmune e coinvolge un processo degenerativo del rivestimento di mielina che copre le fibre nervose del nostro corpo. Questo comporta un malfunzionamento della connessione tra cervello e il resto del corpo comportando anche gravi conseguenze in relazione alla localizzazione della lesione.

Un sintomo che si può avvertire è il formicolio del braccio o di altre parti del corpo, in base alla natura del problema. Il formicolio può coinvolgere la testa, le gambe, le braccia o le mani.

Artrosi cervicale

Il dolore al braccio sinistro può essere causato anche da un problema alla cervicale, zona adiacente agli arti superiori. L’artrosi, in generale, è una malattia degenerativa della cartilagine dovuta sia all’invecchiamento sia a sforzi eccessivi o errori nella corretta postura.

Un’artrosi in questa parte del corpo può causare formicolio e dolore agli arti superiori quali il braccio sinistro ed anche tutta un’altra serie di sintomi tra cui vertigini, rigidità del collo, nausea e mal di testa.

Lesioni muscolo-scheletriche

Se il dolore al braccio sinistro è localizzato e si manifesta a seguito di determinati movimenti, potrebbe dipendere da una lesione muscolare oppure scheletrica. Nei casi più facilmente identificabili, il dolore può comparire a seguito di un trauma specifico provocando una lesione ossea come una frattura o una rottura. In altri casi il dolore può essere dovuto da infiammazioni come borsiti o tendiniti.

Neuropatia periferica

È una condizione conseguente ad un malfunzionamento o danneggiamento dei nervi periferici che provocano sintomi motori o sensoriali in base al tipo di nervo coinvolto. Tra le cause più comuni c’è il diabete mellito. Anche se questa è ritenuta la causa principale, ne possiamo identificare altre tra cui: trauma fisico che danneggia i nervi periferici (tra cui ernia del disco), tumori, malattie renali croniche, carenze vitaminiche, malattie del tessuto connettivo, assunzione di alcuni farmaci come gli anticonvulsivanti o i farmaci per la pressione sanguigna.

Tra i sintomi provocati dalla neuropatia periferica c’è anche un dolore al braccio sinistro (o destro) ma soprattutto formicolio e senso di pizzicore. 

Tendinite

La tendinite rappresenta un’altra causa del dolore al braccio sinistro. Si tratta di un’infiammazione dei tendini che può svilupparsi in seguito a sollecitazioni ripetute o sforzi eccessivi tra cui stiramenti. Tra i tendini del braccio che possono essere coinvolti nell’infiammazione:

  • Tendine sovraspinoso (spalla);
  • Tendine del capolungo del bicipide;
  • Epicondilite (gomito);
  • Tendine del pollice;
  • Tendine dei muscoli flessori ed estensori del polso.

Sindrome del tunnel carpale

È una neuropatia causata dalla compressione del nervo mediale del polso. Questa sindrome può essere una causa del dolore che avverti al braccio sinistro anche perché una patologia molto diffusa che compare principalmente nei soggetti di sesso femminile.

Generalmente si manifesta con un dolore forte alla mano, al polso e alle dita con conseguente alterazione della sensibilità. Un altro sintomo specifico è il formicolio specialmente durante la notte e al risveglio. Nella fase più acuta della sindrome il dolore può prolungarsi fino alla spalla coinvolgendo così tutto il braccio.

Infarti miocardico

La causa più grave del dolore al braccio sinistro è l’arresto cardiaco dovuto ad un blocco del flusso sanguigno destinato al cuore.

È la prima cosa a cui si pensa quando si avverte un dolore di questo tipo anche se, come abbiamo visto, le cause possono essere tante altre e di entità più lieve.

L’infarto miocardico è la conseguenza di un’ischemia non presa in tempo e quindi non rapidamente trattata che ha provocato un cedimento del muscolo cardiaco.

I sintomi principalmente legati a questo episodio riguardano proprio dolori al braccio sinistro, dolori al torace, al collo, alle spalle o alla schiena, nausea, vomito e vertigini.

Il dolore da attacco di cuore si può riconoscere: è caratterizzato da una sensazione di pressione e coinvolge solitamente il torace, la mascella e il braccio sinistro. Inoltre ci sono tutta una sera di sintomi che non sono legati al dolore diretto ma che comportano comunque malessere tra cui, oltre a quelli sopra menzionati, il fiato corto e quindi la fatica a respirare.

A chi rivolgersi?

Come abbiamo visto il dolore al braccio sinistro può essere la conseguenza di diverse cause legate a questo tipo di sintomo. In base al tipo di dolore provato ci si deve rivolgere ad una figura professionale differente.

Se si tratta di un problema muscolo-scheletrico legato ad un particolare evento traumatico o semplicemente come conseguenza di movimenti ripetuti che ti hanno provocato dolore, allora è il caso di rivolgersi ad un ortopedico o ad un fisiatra per un esame clinico specifico. Gli specialisti valuteranno tramite test specifici o eventuali prescrizioni di esami strumentali, il giusto percorso da intraprendere per una giusta cura e, in caso, rimandarti ad altri esami specifici.

Se invece il dolore al braccio sinistro ha dei sintomi molto vicini a quelli descritti nel caso di infarto miocardico, quindi parliamo di forte dolore al petto che si dirama fino al braccio sinistro, vertigini e malessere generale, la prima cosa da fare è chiamare il 118 per un soccorso immediato e in un secondo momento prenotare una visita cardiologica per approfondire le cause del problema. Attraverso esami come l’elettrocardiogramma possono essere diagnosticate molte patologie del cuore che provocano il dolore al braccio sinistro che tanto spaventa.

Se invece si dovesse trattare di una neuropatia, lo specialista giusto a cui rivolgersi è il neurologo, specializzato nella diagnosi di patologie del sistema nervoso centrale e periferico come la neuropatia periferica che può provocare dolore al braccio sinistro oppure la sclerosi multipla. Tendenzialmente quando si hanno sintomi legati al formicolio è sempre opportuno fare una prima visita neurologica.

Nella maggior parte dei casi però succede che il paziente è disorientato e non conoscendo la natura del suo dolore non sa a quale specialista rivolgersi. In questi casi si prosegue per esclusione e si svolgono tutti gli esami del caso che devono comunque essere attuati e prescritti da uno specialista. In questi casi la prima cosa da fare è recarsi da un medico di base il quale, al seguito della valutazione della situazione sintomatologica, ti indirizzerà al primo controllo specialistico che ritiene opportuno.

Dove puoi trovarci a Roma centro

Come molti dolori del nostro corpo, spesso le cause possono essere poco chiare e la diagnosi ha bisogno di più esami o per lo meno di un controllo specifico.

Se lamenti un dolore al braccio sinistro è sempre opportuno approfondire per escludere le patologie più gravi. Il nostro consiglio è quello di recarti in un centro medico che abbia al suo interno un’equipe di professionisti che possono aiutarti a gestire il tuo problema all’interno dello stesso posto, senza dover cambiare continuamente studi medici, ospedali o cliniche.

Studiofisiomedical è un centro di medicina e riabilitazione che non solo offre visite mediche specialistiche tra cui quella ortopedica, cardiologica o fisiatrica, ma ha tutti i servizi necessari per svolgere esami strumentali tra cui l’elettrocardiogramma. Inoltre studiofisiomedical è dotato di un palestra dedicata alla riabilitazione fisioterapica.

Io nostro centro si trova in Via Andrea Sacchi 35 nei pressi di Piazza Mancini, nel cuore del quartiere Flaminio di Roma.

Se hai bisogno di prenotare una visita puoi andare sul nostro sito oppure chiamarci direttamente al numero 0632651337.

Leave a Reply